PO CANTU BIDDANOA (8 LUGLIO)

Sabato 8 Luglio #streetbooks2017 Dolianova
H 11:00 Giardino della biblioteca – Letture sotto il melograno
H 21:00 Aperitivo Street Books
H 21:30 Villa de Villa – Po cantu Biddanoa / Benvenuto Lobina – Un reading di Paola Atzeni(voce) Davide Crabu (chitarra)

La storia che viene narrata è quella di una Sardegna in guerra, di un popolo in
frontiera. Un paese nello specifico: Villanovatulo. Il piccolo paese del Sarcidano, come tutta la Sardegna e tutta l’Italia, vive sofferente una quotidianità che si compie tra due guerre sanguinarie. Due condanne per il popolo Sardo che uccidono tanti giovani partiti per il bene della patria. La prima grande guerra non trattiene fortunatamente l’eroe Luisiccu. Ed è attraverso la sua storia che capiamo come gli avvenimenti nazionali e quelli sardi cambieranno politicamente ed economicamente un paese bizzarro, ricco di personaggi verosimili.La complessità e la bellezza del romanzo permettono di essere esaltati e comunicati attraverso una lettura recitata e musicata che evidenzia una storia personale,caratterizzata da grandi avvenimenti storici. La storia e è storia anche a Villanovatulo. Sentimenti e paesaggi scorrono tra le parole di questo strepitosoromanzo, unico nel suo genere, scritto da colui che recentemente è stato riconosciuto come il più grande poeta sardo contemporaneo: Benvenuto Lobina.

― Benvenuto Lobina, Po cantu Biddanoa-
“Biddanoa cumenzàt cun d’unu suspiru. Fut su suspiru de chini, apustis de nd’èssi calau ’e su trenu in punta ’e mesudì, ndi bessìat de su fossu accantu fut sa stazioni e dda bìat di attesu, sa bidda, in artu in d’unu monti, e bìat s’arziàda mala chi fut abettendiddu po ci arribai.
Is domus, bias de cussa distànzia, parìant allìgras, iscaringiàdas a arrìri, cun cuddu biancu a ingìriu de gennas e ventanas che una miràda beffiana ghettàda a is chi fùanta sudendu in s’ùrtimu trettu ’e s’arziadróxu chi acabàda in Cuccuru ’e Callia.”

Annunci