Sabato 17 alle 18.30 alla Biblioteca Comunale di Dolianova in piazza Brigata Sassari, Lettera a un giovane sardo sempre connesso (Domus de Janas), di e con Bachisio Bandinu. A dialogare con l’autore sarà Piersandro Pillonca

locandina street books17

LETTERA A UN GIOVANE SARDO SEMPRE CONNESSO – Gli adolescenti convivono con le nuove
tecnologie della comunicazione dal momento in cui si alzano dal mattino e accendono Internet, all’ istante in cui si addormentano, al punto che non riescono a immaginare di poter vivere senza il proprio Smartphone.
La generazione “sempre connessa” sperimenta una condizione ambivalente: apertura o chiusura? Pensiero flessibile e dinamico oppure omologazione e dipendenza? Condivisione o solitudine? Sul rapporto che i giovani hanno con la Rete, più di 5000 studenti hanno risposto a domande volte a esplorare i tempi e i modi del contatto e delle relazioni, il formarsi dell’identità digitale, le amicizie virtuali, l’educazione al cosmopolitismo e alla democrazia, il raffronta tra assuefazione e coscienza critica, il valore dei “mi piace” e dei “condivido” nei social network. Emerge un quadro problematico degli esiti emotivi e cognitivi che investono l’esperienza di un nuovo arcipelago Giovani. Risulta ancor più urgente la necessità di una educazione digitale.

Bachisio Bandinu – Laureato in lettere e diplomato in giornalismo e radio-televisione presso la Scuola Superiore delle Comunicazioni Sociali. Tra le altre pubblicazioni: Il re è un feticcio con Gaspare Barbiellini Amidei, Rizzoli, 1976, riedizione Ilisso 2003; Costa Smeralda, Rizzoli 1980, aggiornato in Narciso in vacanza, AM&D 1994; Lettera a un giovane sardo, Della Torre 1996; Identità, cultura e scuola, con Placido Cherchi e Michele Pinna, Domus de Janas 2003; La Maschera la Donna lo Specchio, Spirali 2004;                     Il pastoralismo, Zonza 2006.

Annunci