Cabudu in fundu il 21 aprile a Dolianova

Le poesie cantate in lingua sarda di Mariagrazia Dessì

sabato 21 aprile a Dolianova per

Street Books 

 La scrittrice sarà alle 18 al Centro Polifunzionale Su Cuccureddu di via Ghandi per una serata di poesia, musica e arte con Cabudu in fundu il suo nuovo libro di poesie

 

Sabato 21 aprile alle 18 al Centro Polifunzionale Su Cuccureddu di via Ghandi, Cabudu in fundu, di e con Mariagrazia Dessì. Introduce Emilio Capalbo, interviene Lorenzo PuscedduEsecuzione in musica delle poesie a cura di: Alessio Zucca, Giorgia Cugia, Silvia Porcu, Tiziana Pani, Francesca Puddu, Stefania Secci Rosa e Terry Solinas. Con l’esposizione delle sculture di Paolo Partis che hanno illustrato il libro.

cover cabudu

Cabudu in fundu. Poesie cantate in lingua sarda (Grafica del Parteolla) –  Il libro raccoglie venticinque poesie, corredato dalla trascrizione delle melodie.
“… Quelle melodie non sono più accessorie, non sono una cornice sonora data alle parole che potrebbero, come di norma avviene, semplicemente esser lette; per lei sono parte di ciascuna poesia. Anzi, forse di più: lei vive le sue poesie come se fossero poesie con musica (non poesie da esser poi messe in musica)…” (Dalla prefazione del musicista Emilio Capalbo)

foto-Mariagrazia-Dessi

Mariagrazia Dessi è nata a Dolianova (CA), dove vive. Ha già pubblicato tre raccolte di poesie in lingua sarda con traduzione in italiano: con la casa editrice Grafica del Parteolla Torra immoi (1997 prima edizione e 2002 seconda edizione con traduzione in catalano di Joan Armangué i Herrero) e A perda furriada (nel 2006 con traduzione in catalano di Joan Armangué i Herrero); con Apollo edizioni Cun su ‘entu in busciacca (2016). Sue poesie figurano, inoltre, su riviste letterarie, tra cui La grotta della vipera e S’ischiglia, su periodici locali e su numerose raccolte antologiche a carattere regionale e nazionale. Una sua poesia “Torra immoi”, che ha dato titolo alla sua prima raccolta, è stata musicata dal cantautore Franco Madau e figura nell’album Cara ‘e luna.
È stata ospite, come poetessa, in numerose iniziative di cultura italo catalana: nel 2002, presso il Palau Robert Centro d’Informazione della Catalogna, per iniziativa della Generalitat de Catalunya Departament de la Presidència, Barcellona; nel 2006 in un incontro tra autori di poesia catalano-sarda presso la Facoltà di Lingue e letterature straniere di Cagliari; nel 2009, in occasione del festival Primavera poetica, La Garriga (Catalogna) e III Festival di poesia catalano-sarda presso la Facoltà di Lingue e letterature straniere di Cagliari, nel 2011 nel Festival Terras sorris, Genoni (Sardegna).
Sue poesie e racconti hanno ricevuto numerosi riconoscimenti in vari concorsi letterari regionali e nazionali. Tra questi: Concorso letterario “Città di Ozieri”, edizione 1989 e 1990; VIII e XV Premio internazionale “Nosside”, Reggio Calabria; Premio “Città di Selargius 2003″; Concorso “Momenti da favola”, Goethe Institut, 2012; Concorso nazionale di poesia in vernacolo “Antonio e Carlo Tortorella”, prima edizione 2015, Lagonegro; Concorso nazionale “Salva la tua lingua locale”, edizione 2015, Roma (sezione poesia); Concorso Nazionale “Salva la tua lingua locale”, edizione 2016, Roma (sezione musica); Premio per la Pace e la Giustizia Sociale, XXV edizione, Torino.

Annunci