COME FIGLI, ANZI

Lunedì 26 Giugno al Giardino della biblioteca per la sezione #letteraturakm0
H 19:30 “GIOVANNI RUGGERI ” di e con Antonio Sitzia (Ed. Abba ) intervengono Carlo Salis e Silvio Ruggeri.
H 21:30 “Come figlie,anzi ” (Cuec Editrice) di e con Giacomo Mameli , interviene Manuela Arca

A seguire tutti da Ristorante Il Nostro Mondo
Vi aspettiamo  #streetbooks2017

 

Annunci

LIBER LIBER

Domenica 25 Giugno a Villa de Villa, Dolianova
19:30 ” LIBER LIBER la Biblioteca in tasca ”
21:00 “LIBRI DI LEGNO ” installazione di Francesco Picciau
21:30 ” I GRANDI DEL CINEMA MUTO ” proiezione con le colonne sonore dal vivo di Raoul Moretti , An Unconventional Harpist, Diego Deiana e Gerardo Ferrara 🎼

🍷Non dimenticate che l’ APERITIVO lo offre Street BOOKS

🍽️Area Ristoro- Angela Meloni Congiu e Filippo Meloni

 

LIBRI DI LEGNO

Domenica 25 Giugno ore 21:00 a Villa de Villa
“LIBRI DI LEGNO ” installazione artistica di Francesco Picciau#streetbooks2017

“Libri enormi, sovradimensionati. Giganti tomi che sanno d’antico, fatti di legno che si finge carta. Accatastati alla buona, uno sopra l’altro, sino a formare un’insolita scrivania sulla quale adagiarsi comodamente a leggere un vero libro fatto di vera carta.
Libri solo nella forma, pagine che non si possono leggere né sfogliare, ma che raccontano, a modo loro, i pensieri, le emozioni e i sentimenti di chi le ha “scritte”.
Libri da guardare, delizia per bibliofili incalliti e feticisti. Pesanti come il piombo, che solo braccia forti di muratore, o contadino, riescono a spostare.
Questo è solo l’inizio di una singolare installazione del poliedrico artista Francesco Picciau, una sorta di opera “work in progress”che negli anni avrà il suo compimento arricchendosi, di volta in volta, di nuovi elementi “

SOZINHA

Sabato 24 Giugno doppio appuntamento
Ore 11:00 ” letture sotto il melograno ” Giardino della biblioteca
Ore 21:30 nella Cattedrale di San Pantaleo va in scena ” SOZINHA ”
con la musica e la voce di Barbara Casini

Barbara Casini, cantante, chitarrista e cantautrice, da più di trent’ anni si dedica allo studio e alla diffusione della musica popolare brasiliana. Ha soggiornato a lungo in Brasile, viaggiando e approfondendo la cultura di questo immenso Paese e conquistandosi la stima degli artisti brasiliani, che la considerano una vera e propria ambasciatrice della loro musica nel mondo. Nella sua carriera ha collaborato con importanti personaggi della scena jazz (e non solo) italiana e internazionale,

SANTU ANNI

Venerdì 23 Giugno ore 19:30 – Loc. Santu Anni –
Il sito di Santu Anni a San Pantaleo – Fede, cultura, tradizione –
Conferenza con intermezzi musicali

ORA PRO LOCO

Giovedì 22 Giugno 21:30 al Circolo Dolia ” ORA PRO LOCO ” Elliot Edizioni di e con Gesuino Nemus , interviene Cristian Mannu

In una terra devastata dallo spopolamento e dall’ abbandono scolastico, un gruppo di disoccupati cronici decide di ricreare una realtà da cartolina che possa compiacere i turisti. Nuraghi trasformati in squallidi motel senza uso bagno; pecorino con i vermi, femmine tettute e baffute, velenosissimo miele d’oleandro, cannonau tagliato con la varechina e mirto corretto alla cicuta diventano così le adrenaliniche attrazioni per gitanti garruli e festosi.

Matteo Locci, in arte Gesuino Nemus. Esordisce a settembre 2015, a 58 anni e in pochi mesi vince il premio Campiello Opera Prima e il premio Bancarella

TROPPO MITICO

Mercoledì 21 Giugno ore 19:00 nel Giardino della biblioteca di Dolianova .
“TROPPO MITICO ” (Il Castoro bambini e ragazzi) di e con Gianfranco Liori .

” Diventare un calciatore! Non è questo il sogno di tutti i ragazzi?
Beh, no. Salvatore Marangoni, 11 anni, di calcio non ne vuole proprio sapere! Ma non ha fatto i conti con il suo ambizioso papà e con il suo fiuto per gli affari ”

Gianfranco Liori è il fondatore di “Villaggio Pinguino”, la prima libreria specializzata in fumetti di Cagliari. Autore di diversi romanzi per ragazzi, nel 2000 ha vinto il Premio Laura Orvieto e il Premio Selezione Bancarellino con il libro Come un fumetto giapponese.

#Streetbooks2017 Miele Amaro il Circolo dei Lettori

CARLO FELICE E I TIRANNI SABAUDI

Mercoledì 21 Giugno ore 21:30 nel Giardino della biblioteca di Dolianova .
“CARLO FELICE E I TIRANNI SABAUDI ” (Grafiche del Parteolla) di e con Francesco Casula .
Interviene Giuseppe Melis Giordano

“Un opera che rivela aspetti poco conosciuti della dinastia che governò la sardegna per quasi 150 anni”

Francesco Casula nasce a Ollolai(NU) è stato docente di Storia, Filosofia e Italiano. Giornalista pubblicista dal 1989. Attualmente è Direttore Responsabile e redattore di “Liberatzione sarda“, periodico bilingue e “Madiapolis”

Giuseppe Melis Giordano è Professore associato di Marketing e Marketing Turistico ( presso l’Università degli Studi di Cagliari dal 1990).
Svolge la sua attività didattica e di ricerca nel Dipartimento di Scienze Economiche ed Aziendali presso la Facoltà di Scienze Economiche, Giuridiche e Politiche.

Miele Amaro il Circolo dei Lettori #streetbooks2017

L’IMMAGINAZIONE AL PODERE

Lunedì 19 Giungo ore 20:30 – Associazione comunità di Solèminis, Sardegna, Italy – in loc. Pauli Arbeis Soleminis .
” L’ IMMAGINAZIONE AL PODERE- Poesia, lotta,canto degli ultimi e dei margini per riscoprire la propria appartenenza alla bellezza” un reading di Alberto Masala

Alberto Masala Sardo, vive a Bologna. Poeta, scrittore plurilingue, traduttore, musicista .
Nel suo percorso, oltre alla direzione di progetti
artistici in Europa (Berlino, Amsterdam, Salonicco, Bologna, Sardegna), anche teatro, cinema e radio.

Vinti ma non convinti

Domenica 18 Giugno ore 21:30 a Villa de Villa , Dolianova.
Proiezione del film ” Vinti ma non convinti, Francesco Masala, il Capo Tribù Nuragico ” alla presenza del regista Marco Gallus e del produttore Ugo Masala.

“Vinti ma non convinti, Francesco Masala, il Capo tribù nuragico”è un documentario di resistenza , un operazione di contro informazione sulla storia della Sardegna.
Come diceva Masala “la storia di necessità, è storia dei vincitori, i vinti non hanno storia. Gli storici, insomma, scrivono la storia con la complicità degli archivi lasciati dai vincitori, mentre i vinti non possono lasciare nulla agli archivi. La storia della Sardegna è la storia dei vinti ma non convinti”

#streetbooks2017